Bentelan Posologia e indicazioni farmacologiche


Cos’è ed a cosa serve la Bentelan? Proprietà ed effetti collaterali in adulti, donne in gravidanza, bambini. Cose da sapere sul betametasone.

bentelan-1mg

Il bentelan è un farmaco corticosteoide a base di betametasone che viene utilizzato per curare principalmente malattie quali

  • allergopatie gravi,
  • asma bronchiale,
  • artrite reumatoide,
  • dermatosi infiammatorie,
  • neoplasie in special modo quelle a carico del sistema linfatico.

L’uso del Bentelan può rivelarsi utile anche nei casi di: colite ulcerosa, sindrome nefrosica, cardiote reumatica, etc.

Inoltre con l’arrivo della primavera, per molte persone purtroppo si riaffacciano i problemi legati alle allergie.

Reazioni di varia entità che nel peggiore dei casi possono arrivare addirittura a compromettere le normali attività quotidiane. Solitamente, per sedare questi tipi di reazioni allergiche, può essere utile il Bentelan, un farmaco corticosteroide che presenta delle grandi qualità come anti-infiammatorio ed anti-reattivo.

betametasone



Posologia e somministrazione

Il bentelan è disponibile sotto forma di compresse, fiale.

Per quanto riguarda le terapie di breve durata, l’assunzione di Bentelan è di 4 o 6 compresse effervescenti da 0,5 mg al giorno.

Nel caso in cui il dosaggio è di 1 mg, la posologia è di 2 o 3 compresse al giorno.

Esiste poi la soluzione iniettabile da 1,5 mg/2 ml, 4 ml, 8 ml.

In base all’evoluzione clinica della malattia, tali dosaggi vanno ridotti in maniera graduale.

Per quanto riguarda invece il trattamento di malattie croniche e quindi di terapie di lunga durata, il dosaggio indicato sul foglietto illustrativo recita:

dopo una terapia d’attacco in genere di 6-8 compresse al giorno di B. 0,5 mg compresse effervescenti o 2-3 compresse al giorno di B. 1 mg compresse effervescenti (pari a 3-4 mg) ridurre gradualmente la posologia fino alla dose di mantenimento minima capace di tenere sotto controllo la sintomatologia.

pertosse.4.jpg

Bentelan per calmare la tosse nei bambini

E’ sempre necessario un consulto presso il proprio medico/pediatra prima di somministrare bentelan ai bambini, sia per la pericolosità insita nella tipologia di farmaco, sia perchè la tosse è un sintomo e bisogna prima individuare la causa e la giusta terapia.

In base al peso del bambino varia la dose ed anche in questo caso è bene rivolgersi al proprio medico curante.

Vedere : rimedi naturali contro la tosse.

Controindicazioni ed effetti collaterali

Essendo un farmaco a base di Betametasone è necessario un consulto medico per l’utilizzo del farmaco e per limitare la possibilità di effetti collaterali anche gravi.

  • Non deve essere utilizzato da soggetti sensibili al principio attivo.
  • Sconsigliato se il soggetto presenta abrasioni cutanee e mucosali.
  • Il bentelan potrebbe nascondere infezioni  e potrebbe peggiorare la situazione in soggetti diabetici o osteoporotici.
  • E’ generalmente sconsigliato in gravidanza e allattamento.

Può avere i seguenti effetti collaterali

  • Effetti metabolici: insulinoresistenza, diabete mellito, sindrome di Cushing iatrogena
  • Effetti sull’apparato digerente: gastrite erosiva, ulcera gastrica
  • Effetti sull’equilibrio idroelettrolitico: ritenzione di sodio e acqua, perdita di potassio
  • Effetti sull’occhio: cataratta, aumento della pressione intraoculare con possibile insorgenza di glaucoma
  • Effetti psichiatrici: insonnia, modificazioni comportamentali
  • Effetti sull’osso: osteoporosi

Avvertenze e Cose da sapere

Il farmaco Bentelan è acquistabile solo con prescrizione medica.

E’ obbligatori affidarsi al consiglio del medico che saprà indicare la giusta posologia dopo attenta valutazione del caso clinico.

E’ considerato Doping nella pratica sportiva se non prescritto per reali necessità terapeutiche.

Azienda: Sigma-Tau Industrie Farmaceutiche Riunite S.p.A.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta