Reni anatomia: composizione, funzionalità

I reni hanno una forma paragonabile a quella di un fagiolo e dimensioni che raggiungono in media i 12 cm di lunghezza, i 7 cm di larghezza ed i 3 cm di spessore.

Il loro peso medio si aggira intorno ai 160 grammi e raggiungono il massimo sviluppo intorno ai 30 anni.

I reni sono organi pari situati nella regione postero-superiore della cavità addominale.

Nonostante la maggior parte degli organi addominali sia racchiusa dal peritoneo, una membrana che avvolge la cavità addominale, i reni si trovano tra il peritoneo e la parete posteriore della cavità addominale (si dice che sono retroperitoneali).

I due reni si dispongono con il loro asse maggiore in maniera non del tutto parallela alla colonna vertebrale, ma si orientano più obliquamente in basso e lateralmente.

Il rene di destra è posto leggermente più in basso di quello di sinistra per la presenza del voluminoso fegato.

I reni ricevono circa il 20 % della gittata cardiaca (la velocità con la quale un ventricolo pompa sangue).

Questa abbondante perfusione è fondamentale per la funzione renale, non solo perchè fornisce ai reni l’apporto necessario di ossigeno e nutrienti, ma anche perchè un abbondante apporto ematico permette ai reni di rimuovere velocemente i soluti e l’acqua non necessari, eliminandoli sotto forma di urina.

Osservato in sezione trasversale, ciascun rene mostra una porzione esterna definita corticale ed una porzione interna definita midollare, costituita da 10-12 formazioni coniche, le piramidi renali.

All’interno del rene si trovano milioni di subunità microscopiche chiamate nefroni, che sono le unità funzionali dei reni, il cui compito è quello di filtrare il sangue e formare l’urina.

I reni svolgono le seguenti funzioni fondamentali:

– Regolazione della composizione ionica del plasma (aumentando o diminuendo l’escrezione urinaria di specifici ioni, come sodio, potassio, cloro, magnesio, bicarbonato, calcio);

– Regolazione del volume plasmatico (controllando la velocità di escrezione dell’acqua nell’urina);

– Regolazione del pH ematico (grazie alla regolazione della concentrazione di ioni idrogeno e bicarbonato nel plasma);

– Rimozione di prodotti di scarto del metabolismo e di sostanze estranee dal plasma;

– Secrezione dell’ormone eritropoietina (che, agendo direttamente sul midollo osseo, stimola la produzione di globuli rossi);

– Secrezione di renina (enzima implicato nella regolazione della pressione arteriosa);

– Attivazione della vitamina D (fattore importante per la regolazione dei livelli ematici di calcio e di fosfati).

Pin It

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>