Evitare il cancro con la giusta alimentazione

E’ ormai accertato da diversi anni che il cancro e l’alimentazione sono strettamente collegati tra loro.

Diverse ricerche effettuate in tutto il mondo e nel corso del tempo hanno sempre più confermato ciò che già alcuni ricercatori dicevano da tempo.

Basta, del resto, guardare le classifiche sulla incidenza di questa patologia nei vari Paesi per rendersi conto di quanto il consumo di determinati alimenti possa fare la differenza, nel bene e nel male.

Negli Stati Uniti, per esempio, dove il consumo di carne è molto elevato, il cancro al colon è molto più diffuso rispetto ad altri Paesi.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, il 30-50% dei tumori potrebbe essere evitato con una alimentazione più equilibrata.

Molto importanza assume anche la distribuzione geografica che è legata quindi alle abitudini alimentari.

Per esempio, nei Paesi industrializzati occidentali, il cancro al seno è molto più frequente rispetto a quanto succede in Asia, ma se una donna asiatica  si trasferisce in occidente, nel tempo si adeguerà come incidenza del rischio alle sue colleghe occidentali.

Anche nel nostro piccolo, nell’area geografica di Forlì-Ravenna, il cancro allo stomaco è 4 volte più frequente rispetto al resto d’Italia e questo per l’elevato consumo di insaccati, purtroppo conditi troppo e troppo spesso di nitrati e nitriti.

Il cancro al fegato, invece, è più frequente nei soggetti che consumano una quantità di alcolici eccessiva, e ancora, il cancro ai polmoni è una delle conseguenze del fumo di sigaretta, ma questo riguarda lo stile di vita, più che l’alimentazione.

Di contro, una dieta ricca di verdure, cereali, pane nero, soia e tanto altro ancora, è protettiva contro un gran numero di tumori.

Per cui, bisogna fare molta attenzione a quello che si mette in tavola.

Potremmo condizionare significativamente la nostra salute.

 

Pin It
Loading Disqus Comments ...
Loading Facebook Comments ...