No alla stretta di mano per evitare l’influenza!

Per evitare i virus è opportuno non stringere la mano a nessuno

Pare che suggelare un accordo con una stretta di mano possa diventare un gesto del passato, da accantonare.

Lo sostiene Nathan Wolfe, un grande esperto di virus presso la Stanford University in California, che sostiene che per  evitare la diffusione di malattie infettive come l’influenza dovremmo tenere le mani a posto!

Piuttosto dovremmo seguire l’esempio dei nostri amici nipponici che per congratularsi, salutarsi e quant’altro utilizzano l’inchino.

Secondo il Dott. Wolfe, che tra l’altro ha recentemente contribuito, come consulente, alle informazioni sul contagio per girare il nuovo film (Contagion) interpretato da Kate Winslet e Gwyneth Paltrow,

 ”la stragrande maggioranza delle malattie virali, come l’influenza e il raffreddori, si diffondo perché avvengono molteplici contatti con la pelle tra le persone“.

Il dottore continua suggerendo un gesto alternativo alla stretta di mano: la toccata di gomiti!

O ancora, prendere spunto dal Presidente degli Stati Uniti Barack Obama e da sua moglie Michelle che sono famosi per il loro saluto con l’urto dei pugni.

Ricordiamo che nel 2003 lo scoppio dell’epidemia SARS (Severe Acute Respiratory Syndrome) si trasmise dai pipistrelli selvatici ad un essere umano in Cina, e si diffuse in tutto il modo.

Addirittura nuove ricerche sul virus influenzale hanno dimostrato che questo potrebbe annidarsi per 24 ore su maniglie delle porte, superfici di lavoro, telecomandi, etc.

Quindi, un consiglio: cercate di stringere la mano quanto meno possibile, trovate dei metodi di saluto alternativo e soprattutto imparate a lavare bene più volte durante l’arco della giornata.

Pin It
Loading Disqus Comments ...
Loading Facebook Comments ...