Disturbo da ansia generalizzato: che cos’è e come curarlo

Il disturbo da ansia generalizzato, GAD, è un disturbo fino a qualche anno fa del tutto sconosciuto, ma ora è entrato di diritto nel gruppo dei disturbi psichiatrici.

Ne soffrono 2 persone su 10, ma si tratta probabilmente di una valutazione sottostimata in quanto non tutte vengono diagnosticate, per un naturale, ma fuori luogo, senso di riservatezza dei soggetti che ne soffrono.

Entra in gioco anche la incapacità di riconoscere questo disturbo che si tende, solitamente, ad attribuire all’eccessivo stress o ad eventi particolarmente traumatici.

Che queste siano le cause dell’insorgere del disturbo, è vero, ma vanno anche aggiunte altre condizioni che possono mettere in ansia come, una attesa spasmodica per un evento particolarmente importante o, comunque, la cui importanza è decisamente amplificata dal soggetto.

In un soggetto che soffra di GAD, oltre all’ansia, sono presenti almeno altri tre sintomi tra irrequietezza, estrema affaticabilità, difficoltà di concentrazione, irritabilità, tensione muscolare e difficoltà a prendere sonno.

Ma possono comparire anche tremori,  scosse, dolenzie, mal di pancia, diarrea, mani sudate, arsura alla bocca, difficoltà di deglutizione.

L’ansia è una caratteristica umana, che di solito si presenta quando, nella vita di un soggetto qualunque, avviene un cambiamento radicale, un cambiamento di condizione, come il primo giorno di scuola, il matrimonio, il primo giorno di lavoro, il primo giorno della condizione di pensionato, e altri ancora.

Solitamente, a questa condizione d’ansia, si risponde con una reazione emotiva, e non solo, che tende a far riprendere il controllo della situazione, quindi si ha una risposta positiva.

Quando, invece, questa risposta è negativa, ecco che l’ansia diviene un disturbo patologico e si esplicita con un’ansia eccessiva, l’attesa spasmodica per un qualcosa che non deve succedere e che, infatti, non accadrà, ma che comunque è atteso, o meglio, temuto come se fosse un evento imminente.

La soluzione a questo problema è possibile trovarla anche dentro se stessi, basta affrontare la vita di tutti i giorni con un animo diverso perché, in fondo, anche se oggi è stata una brutta giornata, domani è un altro giorno.

Pin It
Loading Disqus Comments ...
Loading Facebook Comments ...