Fuoco di Sant’Antonio

Herpes Zoster o Fuoco di Sant’antonio: sintomi, contagio e cura

Il Fuoco di Sant’Antonio è un virus, chiamato in gergo tecnico  Herpes Zoster.


Esso insorge frequentemente nelle persone anziane e/o in persone affette da malattie del sistema immunitario o sottoposte a cure farmacologiche che danneggiano le difese dell’organismo.

Tuttavia questo virus può colpire anche  persone del tutto sane, che a seguito di forti stress, o anche abrasioni e scottature solari, indeboliscono il loro sistema immunitario diventando così suscettibili al virus. Nei giovani, invece, si manifesta di rado.

Come si trasmette il virus dell’Herpes  Zoster?


Questo si trasmette via etere, per cui è sufficiente respirare l’aria contagiata del malato per contrarlo. Tuattavia è bene precisare che chi viene contagiato  non contrarrà il fuoco di Sant’Antonio, bensì la Varicella, se non la si è avuta in precedenza.

Sintomi  del fuoco di sant’antonio

Il fuoco di sant’antonio si manifesta in primis con un formicolio, concentrato in una determinata zona dl corpo. Fa seguito la comparsa di bollicine, raggruppate tra loro a grappoli, che si distribuiscono i nervi, in cui il virus vive. Le zone maggiormente colpite sono solitamente il torace, le coste, la schiena edd il collo.

Si forma così una mezza cintura, dalla quale prende il nome il virus:  Zoster (dal greco antico).

Le bollicine provocano dolore e bruciore (ecco perchè viene chiamato “fuoco di sant’antonio“) e possono causare l’insorgere della febbre. Attenzione perchè è quando le bolle si rompono, formando delle croste, che diventano altamente infettive.

Come curare il Fuoco di sant’antonio?

E’ bene farsi visitare dal proprio medico e farsi prescrivere la cura adatta. Normalmente per curare qesto virus è necessaria una protezione cutanea (garze sterili), lozioni e unguenti da applicare, antistaminici ed antivirali.

I farmaci antivirali usati, se assunti precocemente, possono accelerare la guarigione e aiutare a prevenire una temibile complicazione della malattia: la nevralgia post-erpetica. Gli antibiotici vengono prescritti a seconda dei casi.

Decorso dell’Herpes Zoster

Occorrono dalle 3 alle 5 settimane perchè il sistema immunitario riesca a debellare il virus. Se s’interviene tempestivamente la guarigione avviene prima. Normalmente il soggetto guarito dall’Herpes Zoster è completamente immunizzato, ossia protetto nei confronti di un possibile nuovo risveglio del virus, tuttavia ci sono casi in cui una persona abbia contratto più volte questo virus nella propria vita.

Pin It
Loading Disqus Comments ...
Loading Facebook Comments ...