Frutta differenze tra matura ed acerba

I valori nutrizionali e le relative differenze per scegliere quella più adatta.

C’è differenza tra frutta matura e frutta acerba? E non intendo dal punto di vista del sapore che si sa è notevole ma soprattutto in termini di proprietà nutritive.

Non so voi ma io questa domanda me la sono posta davvero tantissime volte e proprio per questo motivo oggi abbiamo scelto di risolvere questo arduo dilemma.

Tralasciando il fatto che sono una fan della frutta acerba in quanto non amo particolarmente queste prelibatezze naturali quando queste sono troppo ” morbide “, tante volte mi sono chiesta se esistono differenze oltre a consistenza e sapore ed infatti ci sono .

La frutta più matura contiene a differenza di quella acerba una percentuale più alta di fruttosio, motivo per cui in termine di sapore risulta per i nostri palati molto più dolce e delicata e questo potrebbe risultare una motivazione più che valida ma non è così.

Motivo? Anche la frutta acerba dalla sua ha un punto a favore, sicuramente meno per ciò che riguarda il sapore ma è presente invece alto contenuto di clorofilla e minerali che durante la fase di maturazione vanno persi.

Per quanto riguarda le fibre invece la percentuale resta più o meno la stessa anche se dovete comunque prestare attenzione soprattutto per chi ha dei problemi in termini di digeribilità, in questo caso gli esperti in campo nutrizionale ritengono che debbano preferire il consumo di frutta meno matura.

La frutta matura con il suo alto contenuto di fruttosio risulta più difficoltoso da digerire a causa della sua fermentazione nello stomaco provocando gonfiore addominale.

Ed allora quale scegliere? Beh sicuramente è tutto un fattore di gusti visto che ponendo frutta matura ed acerba su una bilancia come valori nutrizionali siamo molto vicini.

Pin It

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>