Dieta buddista

La dieta buddista prende il suo nome dal tipo di alimentazione che seguono i monaci buddisti.

E’ una dieta molto rigida, che comporta una notevole perdita di peso, ma che può essere gravemente dannosa per la salute se non seguita sotto stretto controllo medico.

Questa dieta prevede un regime alimentare molto restrittivo, squilibrato, che a lungo andare può causare gravi problemi al soggetto. Questo perché prevede la sola assunzione di riso, frutta e verdura, con una conseguente carenza di vitamina B 12, C, A e D, ed ovviamente di ferro e calcio.

Con la dieta buddista si perdono fino a 4 kg in una settimana. Tuttavia c’è il rischio che alla perdita immediata di peso, una volta ripreso il vecchio regime alimentare, si riprendano, nell’immediato, i chili perduti (effetto yo-yo).

Le persone a cui è del tutto sconsigliato seguire questo tipo di dieta sono quelle che soffrono di ipotensione, o problemi in linea generale. Mentre viene consigliata a chi ha un alto apporto di colesterolo nel sangue.

Le pietanze 

Tutte quelle che prevedono l’esclusivo utilizzo del riso, delle verdure e della frutta.

Ovviamente il sale è da evitare, al suo posto possono essere utilizzate le spezie per condire gli alimenti.

Anche le erbe, la salsa di soia, il gomasio (un condimento di origine asiatica composto da sesamo tostato e triturato e sale marino fino) possono essere utilizzati.

Esempio Menù tipico

Colazione

Frutta o Macedonia di frutta

Pranzo

Riso con una salsa al pomodoro

Un frutto

Merenda

Gambi di sedano o carote

Cena

Riso con i broccoli

Un frutto

Qualche idea..

Dal momento che questa dieta prevede l’esclusivo utilizzo del riso, della frutta e della verdura, vi suggerisco qualche idea.

Risotto ai fiori di zucca

Zuppa di riso, farro, orzo e lenticchie

Vellutata di sedano e carote

Risotto ai porri e zafferano

N.B. Per chi fosse interessato all’argomento, ecco un approfondimento sulla TISANA DEI MONACI BUDDISTI.

Pin It
Loading Disqus Comments ...
Loading Facebook Comments ...